Cerca

Recupero

Juventus-Inter il 9 marzo a porte aperte: l'ipotesi che piace a Beppe Marotta. Ma c'è il rebus Sampdoria

2 Marzo 2020

0
Beppe Marotta

La serie A risente pesantemente dell'emergenza coronavirus che sta interessando gran parte dell'Italia. In particolare tiene banco la questione di Juventus-Inter, la sfida scudetto che prima si sarebbe dovuta giocare il primo marzo a porte chiuse, poi il 13 maggio a porte aperte e infine potrebbe disputarsi il 9 marzo.

L'ultima ipotesi verrà valutata dalla Lega Calcio, ma sembra la più logica: l'assemblea è prevista per mercoledì 4 marzo, in tale data dovrà essere presa una decisione sul recupero del big match della 26esima giornata e delle altre cinque partite rinviate per l'emergenza coronavirus. "Juve-Inter il 9 marzo a porte aperte? Questa è un'ipotesi che io ho appreso dai media - ha dichiarato Beppe Marotta, l'amministratore delegato nerazzurro - ed è già un'ipotesi di buon senso. Ma voglio vedere in assemblea anche le due altre ipotesi che si faranno". Resta però il problema del recupero della sfida con la Sampdoria: paradossalmente se l'Inter dovesse andare avanti in Europa League e in coppa Italia, non avrebbe date disponibili per giocare contro la squadra di Claudio Ranieri.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Coronavirus, Milano non si ferma: riapre il Duomo, i primi a entrare 4 giapponesi

Matteo Salvini replica a Giorgia Meloni: "Continua a parlare di inciuci, ma noi facciamo solo proposte"
Coronavirus, Nicola Zingaretti fa il simpatico: "L'assembramento intorno a me è a rischio, non tossite"
Coronavirus, video-messaggio dall'hotel di Alassio: "Primi giorni infernali, le istituzioni spaesate"

media