Cerca

Botte

Coronavirus, filippino scambiato per cinese: volano pugni nel supermercato, psicosi da contagio

24 Febbraio 2020

1
Rissa

Ai tempi del coronavirus in Italia succede che qualcuno cade nella trappola del pregiudizio e si rende protagonista di gesti da condannare assolutamente. In un supermercato è accaduto che un signore filippino si è preso un pugno in faccia da un uomo in preda alla psicosi da contagio. Il signore ha reagito scatenando una rissa uno contro uno vicino alle casse e si è risentito molto: "Io sono filippino, non cinese, vaffa...". Sono prontamente intervenuti gli addetti del supermercato e altre persone che erano lì a fare la spesa per riportare alla normalità la situazione. 

Per approfondire leggi anche: Facchinetti prende a schiaffi gli aggressori di un anziano cinese

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • amcla

    28 Febbraio 2020 - 08:50

    Quello che lo ha preso a pugni è un coglione !! Fosse un infettato, cinese, filippino o italiano che sia, toccandolo può trasmettergli il virus. Quindi oltre che razzista è idiota !!

    Report

    Rispondi

Coronavirus, Milano non si ferma: riapre il Duomo, i primi a entrare 4 giapponesi

Matteo Salvini replica a Giorgia Meloni: "Continua a parlare di inciuci, ma noi facciamo solo proposte"
Coronavirus, Nicola Zingaretti fa il simpatico: "L'assembramento intorno a me è a rischio, non tossite"
Coronavirus, video-messaggio dall'hotel di Alassio: "Primi giorni infernali, le istituzioni spaesate"

media