Cerca

Londra 2012

Il medagliere delle sexy Olimpiadi
L'oro alle russe, argento alle italiane

Da maria Sharapova a Federica Pellegrini ecco le più belle atlete in gara

31 Luglio 2012

1
Il medagliere delle sexy Olimpiadi
L'oro alle russe, argento alle italiane

 

Non basta Federica Pellegrini a far vincere l’oro all’Italia. Nelle Olimpiadi della bellezza il primo posto va alle tenniste russe, il bronzo alle nuotatrici americane e l’argento alle atlete italiane, dalla beach volley al lancio del martello. 

Le italiane – E partiamo proprio dalle atlete di casa nostra. Oltre alla bella Federica Pellegrini, fenomeno del nuoto italiano con fisico da modella, possiamo ammirare l’elegante bellezza di Elisa Di Francisca, classe 1983, campionessa olimpica di fioretto, nata a Jesi come la maestra-rivale Valentina Vezzali a cui ha strappato l’oro alle Olimpiadi di Londra. Belle e brave anche le ragazze del beach volley Marta Menegatti e Greta Cicolari. Che sotto la rete mostrano lati b mozzafiato e lunghe gambe toniche. Le due ragazze, rispettivamente di 22 e 30 anni, hanno debuttato insieme nel 2009 a Barcelona. 

Come non citare poi i due fenomeni dello sport italiano Tania Cagnotto (classe ’85), regina dei tuffi, prima italiana ad aver conquistato una medaglia mondiale, e la tennista Flavia Pennetta (classe ’82) la prima italiana ad essere riuscita ad entrare nelle Top Ten della classifica mondiale Wta nel 2009. Un piacere guardarle sul trampolino o sotto rete mentre ci fanno sognare con le loro imprese. Stesso discorso per Silvia Salis, specialista nel lancio del martello, sei volte campionessa italiana, bella e tonica come una modella.

Le straniere – E sembrano davvero delle top model le tenniste russe. Oltre alla stra-ammirata e statuaria Maria Sharapova, come non parlare di Vera Zvonareva? La ragazza, che in carriera ha collezionato 11 titoli di singolare e 6 di doppio piazzandosi al numero 2 della classifica mondiale nel 2010, ha tutte le caratteristiche per finire in copertina, anche se strapparle un sorriso, dicono, è molto difficile. La tennista russa, infatti, è una dalla lacrima facile e dai nervi a fior di pelle.

Ma a far girare la testa sono anche Ana Ivanovic, la tennista serba impegnata anche per l’Unicef, la tennista bielorussa Viktoryja Azaranka e la slovacca Daniela Hantuchova, 180 centimetri di bellezza, che, oltre ai trofei sul campo nel 2009 si è aggiudicata la copertina di Sports Illustrated. Così come la dea del nuoto americana Amanda Beard, oro ad Atene 2004, che vanta le copertine delle riviste Fhm, Sports Illustrated e Playboy, per cui ha posato senza veli.  Di pari bellezza, solo un po’ meno spudorata, Natalie Coughlin, anche lei nata degli Usa, nuotatrice, cinque medaglie ai Giochi olimpici di Atene  2004. 

La regina - E se per il calcio femminile resta prima in classifica la brasiliana Milene Domingues, nota soprattutto per essere stata fino al 2003 la moglie di Ronaldo, per il basket e in generale per le Olimpiadi di Londra a trionfare su tutte è la croata giocatrice di pallacanestro Antonija Misura che con i suoi capelli biondi e gli occhi smeraldo è stata incoronata la “più bella e sexy delle olimpiadi”, anche se lei non scambierebbe mai un podio per il trono di miss mondo.

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    01 Agosto 2012 - 01:17

    ma basta con queste porcherie, trasformare pure lo sport in un bordello degno dei reality o della stampa scandalistica da mezzo soldo bucato. Gli sportivi devono essere sobri e dignitosi,altro che balordi del livello di balotelli. Il fetido progressismo, da sempre mortificante per la dignità dell'uomo, insudicia tutto, anche i nobili sport.

    Report

    Rispondi

Coronavirus, Milano non si ferma: riapre il Duomo, i primi a entrare 4 giapponesi

Matteo Salvini replica a Giorgia Meloni: "Continua a parlare di inciuci, ma noi facciamo solo proposte"
Coronavirus, Nicola Zingaretti fa il simpatico: "L'assembramento intorno a me è a rischio, non tossite"
Coronavirus, video-messaggio dall'hotel di Alassio: "Primi giorni infernali, le istituzioni spaesate"

media