Cerca

Stile&stiletto

Rientrano in Italia le holding di Prada

5 Gennaio 2015

0
Rientrano in Italia le holding di Prada

Trasloco dal Lussemburgo: Miuccia fa rientrare in Italia le holding della famiglia Prada-Bertelli. Cancellate dai registri delle società con sede nel Granducato non solo Prada Holding (ex-Gipafin), cui fa capo il controllo della società operativa quotata a Hong Kong, ma anche la Pa Be 1 di Patrizio Bertelli e la Bellatrix, cui fanno capo le quote dei tre fratelli Prada, così come le tre holding della famiglia fondatrice del celebre marchio.

L’assemblea dello scorso dicembre di Prada Holding Sarl — di cui sono azionisti Pa Be 1 e Bellatrix — ha deciso il trasferimento a Milano, in via Fogazzaro 8, con la denominazione di Prada Holding Spa. La società ha un capitale sociale di 999 milioni di euro suddiviso in 2.400 azioni ordinarie e 600 privilegiate. Come amministratori sono nominati Miuccia Prada (che è anche presidente del cda), Carlo Mazzi (presidente della quotata Pradagroup) e il 27enne Lorenzo Bertelli.


Si è trasferita a Milano anche la Bellatrix, di cui sono azionisti la Ludo di Miuccia Prada, la Rigel del fratello Alberto e la Mirar della sorella Marina, che a loro volta da inizio gennaio hanno un indirizzo meneghino. La Pa Be è invece approdata ad Arezzo, città natale di Patrizio Bertelli. Prima del trasloco, Ludo e Pa Be hanno entrambe provveduto all’assorbimento di tre società olandesi, la Arte One Bv, la Prada Arte Bv nel caso della Ludo e la Arte Two Bv nel caso di Pa Be. Ludo ha poi proceduto a una scissione costituendo la Ludo Arte, mentre Pa Be ha costituito la Pa Be Arte. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei è caposervizio di Libero, dove si occupa di attualità, costume, moda e animali. Ha cominciato a fare la giornalista al quotidiano Il Messaggero, dopo un periodo a Mediaset ha preferito tornare alla carta stampata

media